Assessore alla scuola, al bilancio, alla trasparenza e alla partecipazione del III municipio di Roma

III municipio, report della giunta settimana 23

via val pelliceComincio dalla questione che ha monopolizzato la discussione di questa settimana. La sicurezza in città. Martedì mattina due banditi hanno tentato di rapinare la posta di via Val Pellice nel quartiere Valli, prima di essere sorpresi dalle forze dell’ordine, con le quali hanno ingaggiato uno scontro a fuoco in strada. Fortunatamente nessuno si è fatto male, nonostante i colpi siano stati esplosi in una zona molto affollata. La fuga dei rapinatori è durata un paio di giorni ed è terminata a Fregene. Qui si è scoperto che uno dei due criminali era un ex Nar, mentre l’altro era già noto alle forze dell’ordine perchè vicino a Carminati. Questo episodio criminoso, tuttavia, è stato soltanto l’ultimo di una lunga serie, che ha colpito la città e il nostro municipio. Soltanto qualche giorno prima, infatti, due auto erano state protagoniste, su via Nomentana, di un inseguimento folle con tanto di sparatoria. Mentre ad inizio della settimana scorsa, un giovane era stato pestato in un bar di Piazza Monte Gennaro. Una serie di episodi per i quali ho trovato normale chiedere ufficialmente al commissario Tronca e al prefetto Franco Gabrielli un intervento deciso e percepibile dalla cittadinaza, che preveda un aumento dei controlli delle forze dell’ordine nel nostro municipio. Già in passato, peraltro, nell’ultima riunione con il Prefetto, i comitati di quartiere avevano sollevato perplessità sulla percezione della sicurezza nel territorio.

LA RISPOSTA DEL PREFETTO GABRIELLI
sicurezzaLa risposta del Prefetto Gabrielli è stata immediata, come potete leggere negli articoli di Repubblica (clicca qui) e del Corriere della Sera (clicca qui). Nel ringraziare le forze dell’ordine per il lavoro che svolgono quotidianamente e che ha consentito di arrestare rapidamente gli autori della rapina alla posta di via Val Pellice, rivendico con convinzione la richiesta di un maggior controllo del territorio. Per parlare del tema sicurazza sono stato ospite della trasmissione radiofonica RomaChiama 88.100 (clicca qui) del giornalista Enrico Pazzi, con il quale abbiamo commentato l’aumento dei piccoli reati nella nostra città, a fronte di provvedimenti spesso inutili, quali la divisione delle curve dello Stadio Olimpico. Quei reati della microcriminalità, che colpiscono in maniera odiosa tutti i cittadini perbene. Soltanto nell’ultimo mese, cittadini del mio municipio hanno denunciato truffe e rapine più o meno gravi. Dalla nonna “costretta“, con la frode del “finto nipote” bisognoso di soldi, a prelevare dal bancomat i propri risparmi, a quella del cellulare lasciato a terra, che serve ad ingannare il malcapitato di turno al quale viene di solito sottratta la borsa che ha in auto. Per arrivare ai tentativi di intrusione in auto e negli appartamenti. Proprio venerdì mattina una signora è dovuta scendere dalla proprio auto in coda sul Ponte delle Valli, perchè uno sconosciuto aveva aperto la portiera e si era introdotto in auto per rubarle il cellulare e la borsa.

L’INSICUREZZA NON E’ SOLO UNA PERCEZIONE
prostituteI reati di microcriminalità sono oggettivamente in aumento. Non è soltanto una “percezione”, ma una realtà oggettiva che viene raccontata quotidianamente a chi, come me, rappresenta il front office dei cittadini. Reputo che il dovere di un amministratore locale, in una città commissariata, sia quello di denunciare alle autorità quanto avviene. E così devo segnalare che in via Salaria, fra via dei Prati Fiscali e Castel Giubileo (siamo ancora a Roma), esiste una terra di nessuno in mano al racket della prostituzione, che le Istituzioni non sono in grado di contrastare. Non posso far finta di non vedere che nei nostri quartieri esista un’illegalità diffusa, correlata alle attività illegali di coloro che si accampano abusivamente nei nostri parchi. E’ impossibile non denunciare i continui furti di rame e di tombini, che rendono le nostre strade meno sicure. Per non parlare della frustrazione nel constatare, come da mesi, le nostre scuole materne e gli asili nido vengano prese d’assalto, con cadenza settimanale, da chi è in cerca di cibo, senza che nulla si possa fare per contrastarli efficacemente. Come se le mense scolastiche fossero ormai dei supermercati per sbandati. E potrei continuare con le denunce del recente passato, sui roghi di attività commerciali, che si ripetono con cadenza assai sospetta. Per questa ragione, pur continuando ad avere fiducia nelle forze dell’ordine e nel lavoro del tavolo di osservazione municipale, voluto dal Prefetto Gabrielli, trovo doveroso chiedere che si possa migliorare quanto si sta facendo, anche utilizzando meglio le risorse disponibili e concentrando gli sforzi sulle priorità del nostro municipio.

L’AMA VERSO TONNELLATE ZERO
potauta san giustoQuesta settimana c’è stato un incontro importante per arrivare alla chiusura dell’impianto Ama di via Salaria. All’incontro che si è svolto in municipio con il presidente Paolo Emilio Marchionne e la vice presidente Gianna Le Donne ha partecipato anche il Presidente di Ama Daniele Fortini. La notizia importante, data ai comitati che rappresentano i residenti, è che l’impianto sta lavorando a circa 100 tonnellate al giorno, quindi un sesto delle tonnellate autorizzate. L’azienda sta andando verso il trattamento zero tonnellate. Come ha scritto Maria Teresa Maccarrone, da sempre impegnata nel seguire la vicenda, sulla futura riconversione dell’impianto la battaglia sarà ancora molto dura. Per quanto mi riguarda garantisco che sarò ancora al fianco dei cittadini, sia se dovessi avere ancora un ruolo da amministratore, sia da semplice cittadino interessato alla salute della mia comunità. Questa settimana su via della Bufalotta, nel tratto tra via Stenone e via della Marcigliana, c’è stato un intervento coordinato tra diverse squadre di Ama, per la pulizia e la bonifica dei franchi laterali e del marciapiede. Interventi di potatura e messa in sicurezza del verde sono stati effettuati anche al centro anziani S. Giusto di Colle Salario.

CARLA E VALERIO VERBANO
valerio vive okQuesta settimana c’è stata anche la commemorazione per il 35esimo anniversario dalla morte di Valerio Verbano (clicca qui). Ogni anno gli amici di Valerio, tante persone e tantissimi giovani, di generazione in generazione, si riuniscono intorno alla lapide di Valerio in Via Monte Bianco, per poi proseguire con un corteo nelle strade limitrofe del quartiere. Per me il ricordo di Valerio è legato indissolubilmente a quello della mamma Carla. Sarebbe bello che la loro casa, teatro di tanto dolore e al contempo di tanta sete di giustizia, possa diventare in futuro un luogo culturale aperto, che possa custodire la memoria comune delle tante donne e uomini antifascisti del nostro territorio. Stiamo provando a lavorarci da tempo insieme con la collega di Sel Valeria Milita.

IL SALUTO AL PROF. GIOVANNI D’ALOISIO MAYO
mayoGiovedì scorso è venuto a mancare all’età di 85 anni il prof. Giovanni d’Aloisio Mayo. Fino al 1992 titolare di cattedra di disegno e storia dell’arte, è stato a lungo docente presso il Liceo Scientifico “Nomentano”. Per molti anni è stato impegnato su diversi fronti nella politica del territorio, dalla scuola al sociale. Nel 1976 fu eletto Aggiunto del Sindaco della IV Circoscrizione di Roma (oggi il III Municipio), costituendo la prima giunta del territorio espressione del decentramento cittadino con elezione a suffragio popolare. Contestualmente all’elezione di Giulio Carlo Argan a Sindaco di Roma, rappresentò la prima amministrazione di sinistra e quindi non democristiana dal dopoguerra. Nel 1979 fu rieletto e riconfermato alla guida dell’amministrazione territoriale. I funerali si svolgeranno lunedì 29 febbraio alle ore 11 presso la chiesa di San Ponziano a Monte Sacro Alto.

PRIMARIE A SINDACO DI ROMA
seggi primarieOggi alle 14.30, i sei candidati alle primarie di Roma parteciperanno a un confronto a “In 1/2 ora” su Rai 3, ospiti di Lucia Annunziata. Le primarie si terranno domenica 6 marzo dalle ore 8 alle ore 22. Per sapere dove poter votare, verifica il numero di sezione sulla tessera elettorale e trova il seggio corrispondente nel tuo municipio (clicca qui). Tutti possono votare alle primarie. Potranno votare anche i cittadini stranieri regolarmente residenti a Roma e i giovani residenti in città, che compiranno il sedicesimo anno entro la data delle elezioni amministrative del 2016. Questi casi particolari dovranno iscriversi preventivamente entro e non oltre il 3 marzo presso le sedi che saranno tempestivamente indicate. Per votare sarà necessario esibire al seggio un documento di identificazione, che ne indichi chiaramente l’indirizzo di residenza e/o il certificato elettorale. E’ necessario sottoscrivere le “Linee guida del centrosinistra per Roma” e versare al seggio un contributo di almeno due euro per concorrere alle spese organizzative. Personalmente ho deciso di sostenere il candidato democratico Roberto Giachetti, attuale vicepresidente della Camera dei Deputati. Per avere informazioni dettagliate su Roberto Giachetti, vi invito a visitare il suo sito (clicca qui), dove sono presenti anche gli interessanti resoconti delle sue recenti visite nei municipi della capitale.

SU TOTTI QUOTO PIERACCIONI
tottiAvevo promesso a me stesso di non scrivere nulla su Francesco Totti, una delle questioni più dibattute a Roma negli ultimi giorni. Tuttavia quanto scritto dal regista Leonardo Pieraccioni sul proprio profilo facebook mi è piacuto davvero troppo e quindi, se vi fosse sfuggito e siete interessanti all’argomento, ve lo propongo.

Non m’intendo di calcio, non ne so niente, non mi ha mai appassionato se non quando a dieci anni mi ci porto i’ mì zio ed io per 90 minuti mi gasai guardando solo i tifosi che facevano i cori invece che guardare la partita. Poi ci sono tornato qualche volta in tribuna invitato da Cecchi Gori e da li mi gasavo solo a guardare le mogli dei dirigenti e dei calciatori che mi garbavano molto di più assai della partita e dei tifosi che facevano i cori.

Premessa doverosa perchè vorrei parlare di Francesco Totti e se la mia analisi fosse sbagliata è perchè, appunto, non me ne intendo. Totti è stato un grande in campo e nella vita ha fatto e fa tante opere di beneficienza che lo rendono una persona ancora più eccezionale. Ecco, però, ora leggo che vuol giocare un altro anno, che però non si trova d’accordo, che addirittura da un allenamento lo hanno escluso, insomma una roba così, no…‘un va bene. E allora mi permetto di suggerirgli io un finale di partita alla sua altezza, dopodichè farà il dirigente, l’allenatore, ecc.ecc.

Ecco il piano:

Lui deve giocare ancora fino al prossimo rigore per la Roma. A quel punto fanno finta che lo batta un altro che poi all’ultimo invece si volta, fa un piccolo inchino davanti a lui e con la manina gli dice “prego Capitano”. Lui arriva al dischetto, si mette le mani sui fianchi, sorride, sta fermo. In silenzio. L’arbitro lo guarda come dire “oh?! Daje”, lui guarda l’arbitro come dire “ma che ci hai fretta?”, poi prende una rincorsetta, lo Stadio è congelato, si sente solo il tocco morbido di un suo cucchiaino che colombella preciso nell’angolo in alto a destra. Poi si deve sentire solo il portiere che è rimasto immobile e che sottovoce dice:“diiiio bonino”.

Boato dello Stadio.

Totti si alza la maglietta dove davanti c’è scritto “e ora trovatevene un altro come me… – e dietro – …se vi riesce”.

Poi dalla panchina – mi rendo disponibile – parte uno di corsa che gli porta uno smoking, lui se lo mette ed in smoking e scarpette da calciatore se ne va verso gli spogliatoi…

…prima di uscire si volta, guarda lo Stadio fa un piccolo inchino, tutto lo Stadio gli rifà un piccolo inchino, tutti quei tifosi di tutte le squadre che non sopportano che un giocatore faccia il primo tempo con una maglia e il secondo con la maglia dell’altra squadra, gli rifaranno un piccolo inchino. Tutti quegli sportivi stanchi di vedere mezze cartucce che si atteggiano a star e poi fanno un gol a semestre, gli rifaranno un piccolo inchino.

A quel punto lui esce dal campo ed entra dove è già: nella leggenda.

Se vuoi leggere i report delle settimane precedenti clicca qui:

Report settimana 1 (21-27 settembre 2015)

Report settimana 2 (28 settembre – 4 ottobre 2015)

Report settimana 3 (5 ottobre – 11 ottobre 2015)

Report settimana 4 (12 ottobre – 18 ottobre 2015)

Report settimana 5 (19 ottobre – 25 ottobre 2015)

Report settimana 6 (26 ottobre – 1 novembre 2015)

Report settimana 7 (2 novembre – 8 novembre 2015)

Report settimana 8 (9 novembre – 15 novembre 2015)

Report settimana 9 (16 novembre – 22 novembre)

Report settimana 10 (23 novembre-29 novembre)

Report settimana 11 (30 novembre – 6 dicembre)

Report settimana 12 (7 dicembre – 13 dicembre)

Report settimana 13 (14 dicembre – 20 dicembre)

Report settimana 14 (21 dicembre – 27 dicembre)

Report settimana 15 (28 dicembre – 3 gennaio)

Report settimana 16 (4 gennaio – 10 gennaio)

Report settimana 17 (11 gennaio – 17 gennaio)

Report settimana 18 (18 gennaio – 24 gennaio)

Report settimana 19 (25 gennaio – 31 gennaio)

Report settimana 20 (1 febbraio – 7 febbraio)

Report settimana 21 (8 febbraio – 14 febbraio)

Report settimana 22 (15 febbraio – 21 febbraio)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Uffici municipali di Via Fracchia

Alla Camera dei Deputati

La conferenza stampa alla Camera dei Deputati

Seminario del Partito Democratico

Assemblea Regionale PD

Davanti Montecitorio

Assemblea Villa Spada

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: